Spesso mi sento chiedere: “potrebbe tornare una dittatura oggi?”

Si certo che può tornare la dittatura, spesso come successe in passato, proprio promulgata da quelli che dicono che già siamo in dittatura, appoggiata da coloro che gridano “ridateci la libertà”, libertà di fare quel cazzo che si vuole, di andare in discoteca ad ammucchiarsi senza mascherine, di fare feste a tutti i costi se no cosa postano su Facebook. Sono spesso gli urlatori inferociti contro chi pur con tutti i difetti, sbagli e quant’altro comunque cercano di arginare una qualsiasi crisi come questa. Sono coloro che cercano capri espiatori negli altri e mai nella propria limitazione mentale che sempre nella storia hanno fomentato o semplicemente appoggiato le dittature.

Il Covid ed altri mali figli della sovrappopolazione

Sicuramente 7,8 miliardi di persone sono troppe, il covid è a mio avviso un effetto della sovrappopolazione. Senza considerare che solo una parte della popolazione mondiale inquina allo stesso modo, ma mano a mano che nuove regioni del mondo passano da ‘sottosviluppate’ ad ‘in via di sviluppo’, l’impatto ambientale sarà sempre più drammatico. Se si prova a comprimere un gas qualsiasi, anche l’aria la temperatura incomincia ad alzarsi di molto (si può provare con una pompa da bicicletta) in quanto le molecole del gas incominciano a collidere tra loro, lo stesso meccanismo si produce con la sovrappopolazione.

Se i governi mondiali non si decidono ad attuare un severo controllo delle nascite (con buona pace delle inutili e deleterie religioni), sia operando culturalmente che economicamente con disincentivi alla procreazione, la metastasi umana finirà con l’avvelenare il pianeta e quindi se stessa.

Un messaggio ad antivax ed idioto-complottisti vari

Il genere umano dovrebbe incominciare a pensare ed agire come un super-organismo, solo così il genere umano non sarà desinato all’estinzione. I cinesi sono avanti nella lotta al covid perché adottano questo paradigma almeno in parte, per noi è più difficile perché nessuno viene condannato a morte anche se è un untore di 100 persone. Quindi abbiamo tre possibilità: aspettiamo la dittatura, agiamo come un corpo unico, mettendo la collettività prima della nostra narcisistica egocentrica persona o ci facciamo comandare come pecore da stati dittatoriali. Sopratutto poi bisogna tornare tutti ad informarsi veramente, da canali certificati, non dalle cazzate di certa rete.

Ci siamo dimenticati della libertà di stampa in Italia?

Il problema è che in Italia abbiamo pochissimi giornalisti veramente indipendenti. forse solo quelli del ‘Fatto Quotidiano’ e pochi altri però limitati dalle loro testate, nella ricerca e pubblicazione di alcuni fatti.
Ci vorrebbe una radicale legge sul conflitto di interessi, ma nemmeno da sinistra la vogliono veramente attuare. Dovrebbero proibire a chiunque sia in politica di possedere o avere quote nei media di qualsiasi natura, stessa cosa per chi ha aziende medio-grosse. Togliere politica e potenza economica dalle testate, ma sembra che nessuno che abbia il potere di farlo lo voglia fare, visto che siamo al 41° posto come liberà di stampa, dopo Ghana e Burkina Faso.

I fruitori della rete si bevono ogni cosa e i negazionisti ne approfittano.

Galimberti lo spiega: l’irrazionalità è più forte della razionalità, come una donna che non riesce a lasciare l’uomo che la mena, come un cocainomane che continua a usare la sostanza pur sapendo perfettamente dove lo sta portando, ecc.

Personalmente io penso anche un’altra cosa ovvero che sia il bisogno patologico di visibilità dei negazionisti, molto più difficile è farsi notare sostenendo tesi reali, scientifiche, se non hai studiato, se non hai una laurea, la concorrenza e enorme, mentre se ti butti sull’assurdo ci sei solo tu come competitore incontrastato ed un seguito di idioti lo trovi sempre specie oggi con i fruitori della rete che si bevono tutto basta che sia urlato.

Il giochetto di Trump è fallito

I brogli elettorali sono solo nella mente di Trump, ma non sono un’allucinazione, sono uno meschino calcolo. Trump disse ai suoi elettori prima del voto: ‘mi raccomando votate ai seggi e non per posta’, sapendo che i democratici avrebbero votato per posta per la maggiore e che i suddetti voti non sarebbero stati disponibili da subito come quelli dei seggi elettorali.
E’ successo in parte quello che si aspettava cioè che i primi risultati essendo di voti già disponibili sarebbero stati più a suo favore, potendo così affermare di essere il vincitore, sperando (fottendosene della gente) in una pressione popolare dei suoi a mano a mano che i risultati si andavano aggiornando a favore di Biden.
Il piano eversivo poteva funzionare se il distacco tra i due candidati fosse stato molto più esiguo, se si fosse ripresentata la stessa situazione Bush Gore, dove di fatto Gore pur forse avendo vinto per un pugno di voti concesse la vittoria a Bush per sfinimento e per paura di una crisi interna agli Stati Uniti.
Trump sa che i suoi elettori si bevono qualsia si stronzata, lui sa che se ripete una cazzata tre volte per molti questa diventa vera.

Il peggior presidente U.S.A. potrebbe essere rieletto

Il peggiore presidente della storia americana, uno degli uomini peggiori che il popolo americano abbai potuto scegliere, rischia di conquistare un secondo mandato.
Come cazzo si fa? Come si può essere cosi superficiali, rozzi, ignoranti e sopratutto cechi da rieleggere un simile attrezzo? Inadeguato come presidente, assurdo come uomo, sgradevole nei modi, aggressivo fuori misura e con un narcisismo patologico.
Non parlo a quei fanatici nazisti appartenenti al KKK, costoro sono irrecuperabili, lo dico a quegli idioti che non sono nazisti, non sono razzisti ed anzi spesso appartengono a quelle etnie vittime del razzismo di una certa america, vittime di una plutocrazia della quale Trump è uno dei maggiori rappresentanti. Come può un nero, un ispanico, una donna, votare per qualcuno che lo ricambia solo con disprezzo, forse è vero che ogni popolo ha i leader che si merita.

Vittime saranno gli americani, compresi quegli sprovveduti (per usare un eufemismo) che lo hanno votato. Secondo il buon senso un presidente che insulta tutti sopratutto donne e minoranze, un presidente che dice: ‘abbiamo le armi nucleari perché non usarle?’. Un presidente che nomina giusto prima del voto un nuovo giudice della corte suprema a lui favorevole, un presidente che dice ad eversori: ‘state indietro ma state pronti’. Secondo voi un uomo così è adeguato a condurre un paese, sopratutto è adeguato ad avere i codici che potrebbero scatenare una guerra termonucleare. Qualcuno potrebbe dire ma l’economia va bene! Bull shit, l’economia non si muove subito ma passano anni prima che si vedano gli effetti dell’agire di un presidente, quindi forse gli effetti delle leggi di Trump sull’economia si vedranno con il prossimo mandato, quelli di oggi molto probabilmente sono gli effetti determinati da cause del precedente mandato. L’unica economia che si muove istantaneamente è quella di Wall street, ma quel tipo di crescita economica porta soldi solo a quelli già ricchi come appunto Trump. Quando arriveranno poi le vere risposte della Cina contro i dazi del genio, li ne vedremo delle belle, visto che Pachino detiene la fetta più grossa del debito americano. Poveri americani! O forse no. Ognuno ha i leader che si merita, sopratutto se sono eletti democraticamente. Molti di quelli che lo hanno votato staranno malissimo se appartengono alle classi povere, ma d’altronde stupidità e masochismo non hanno limiti nella natura umana.

Gli idioti della ‘privacy’ e la nuova app ‘Immuni’ .

Veramente faccio fatica a capire tutti quelli che sostengono che non scaricarenno l’app ‘Immuni’ perchè tengono alla loro privacy, gli stessi che postanvano su Facebook, Whatsup, ecc. qualsiasi cosa, dalle foto di loro seduti al ristorante, le foto del contenuto del piatto, foto di vacanze, di weekend, foto in bikini, nude/i, ecc. Il tutto ovviamente accompagnato da descrizioni accurate spesso con data e magari coordinate gps. Tante vero che spesso i ladri consultano spesso Facebook per agire. Gli italiani da quello che ho potuto constatare sembrano fottersene della privacy. Tranne quando l’app è proposta dal governo, in quel caso: ‘ci vogliono spiare’, ‘vogliono sapere i cazzi nostri’, ‘controllo della mente’, ecc. Se fossi il governo obbligherei all’uso dell’app, come della mascherina, delle sanificazioni, ecc. perchè questi soggetti non mettono a rischio solo loro ma la collettività tutta, a chi non ottempera vieterei la possibilità di uscire di casa. Obbligherei l’installazione e l’utilizzo dell’app, per quanto riguarda gli anziani ovviamente andrebbero aiutati dalle istituzioni e dalle famiglie, figli, nipoti.
Altra cosa è la scelta dell’app e della tempistica, troppo tempo, fine maggio è troppo tempo

Perché abolire la prescrizione

Abolire la prescrizione sarebbe il primo passo per rendere la giustizia italiana un po’ più egualitaria. Per un cittadino ricco è facile con i giusti avvocati sfruttare la prescrizione mentre quello povero non ha accesso a questa strategia. Inoltre chi è del tutto innocente non ha nessun interesse ad uscire da un dibattimento con il dubbio sulla sua innocenza. Certo è che parallelamente bisogna fornire la giustizia degli strumenti adeguati per velocizzare tutto il processo, inoltre i colpevoli senza più la prescrizione si troverebbero nella condizione di chiedere o accettare un patteggiamento, cosa che di per se diminuirebbe il numero e la durata dei processi. Ovviamente questa è solo la mia opinione, che ovviamente non è quella di tanti avvocati difensori, che sono tenuti ad utilizzare tutti gli strumenti legali per tenere fuori dalla galera i loro assistiti.

Per favore basta con questa retorica, basta con le canzoni.

Quando leggo la frase: ‘Andrà tutto bene‘ la mano mi corre alla pistola.
Troppa retorica mi causa la carie ai denti. A mio avviso non serve a nulla continuare a ripetere e a ripeterci: ‘andrà tutto bene’, cantare sui balconi e poi mantenere lo stesso livello di egoismo, per poi ‘cristianamente’ far finta di essere tutti sulla stessa barca, lo trovo infantile ed in malafede. Meglio sarebbe un sano e agnostico pragmatismo e se siamo tutti fratelli chi è benestante perché non mette a disposizione risorse per esempio la seconda casa per separare nuclei famigliari dai parenti positivi al sars cov 2? Sono le azioni che fanno la differenza non le canzonette, fino a che il genere umano imparando dalla natura non incomincerà a comportarsi come un super-organismo il rischio di estensione sarà sempre dietro l’angolo.
Meno canzoni meno egoismo, meno cazzate