Gli idioti della ‘privacy’ e la nuova app ‘Immuni’ .

Veramente faccio fatica a capire tutti quelli che sostengono che non scaricarenno l’app ‘Immuni’ perchè tengono alla loro privacy, gli stessi che postanvano su Facebook, Whatsup, ecc. qualsiasi cosa, dalle foto di loro seduti al ristorante, le foto del contenuto del piatto, foto di vacanze, di weekend, foto in bikini, nude/i, ecc. Il tutto ovviamente accompagnato da descrizioni accurate spesso con data e magari coordinate gps. Tante vero che spesso i ladri consultano spesso Facebook per agire. Gli italiani da quello che ho potuto constatare sembrano fottersene della privacy. Tranne quando l’app è proposta dal governo, in quel caso: ‘ci vogliono spiare’, ‘vogliono sapere i cazzi nostri’, ‘controllo della mente’, ecc. Se fossi il governo obbligherei all’uso dell’app, come della mascherina, delle sanificazioni, ecc. perchè questi soggetti non mettono a rischio solo loro ma la collettività tutta, a chi non ottempera vieterei la possibilità di uscire di casa. Obbligherei l’installazione e l’utilizzo dell’app, per quanto riguarda gli anziani ovviamente andrebbero aiutati dalle istituzioni e dalle famiglie, figli, nipoti.
Altra cosa è la scelta dell’app e della tempistica, troppo tempo, fine maggio è troppo tempo

Perché abolire la prescrizione

Abolire la prescrizione sarebbe il primo passo per rendere la giustizia italiana un po’ più egualitaria. Per un cittadino ricco è facile con i giusti avvocati sfruttare la prescrizione mentre quello povero non ha accesso a questa strategia. Inoltre chi è del tutto innocente non ha nessun interesse ad uscire da un dibattimento con il dubbio sulla sua innocenza. Certo è che parallelamente bisogna fornire la giustizia degli strumenti adeguati per velocizzare tutto il processo, inoltre i colpevoli senza più la prescrizione si troverebbero nella condizione di chiedere o accettare un patteggiamento, cosa che di per se diminuirebbe il numero e la durata dei processi. Ovviamente questa è solo la mia opinione, che ovviamente non è quella di tanti avvocati difensori, che sono tenuti ad utilizzare tutti gli strumenti legali per tenere fuori dalla galera i loro assistiti.

Per favore basta con questa retorica, basta con le canzoni.

Quando leggo la frase: ‘Andrà tutto bene‘ la mano mi corre alla pistola.
Troppa retorica mi causa la carie ai denti. A mio avviso non serve a nulla continuare a ripetere e a ripeterci: ‘andrà tutto bene’, cantare sui balconi e poi mantenere lo stesso livello di egoismo, per poi ‘cristianamente’ far finta di essere tutti sulla stessa barca, lo trovo infantile ed in malafede. Meglio sarebbe un sano e agnostico pragmatismo e se siamo tutti fratelli chi è benestante perché non mette a disposizione risorse per esempio la seconda casa per separare nuclei famigliari dai parenti positivi al sars cov 2? Sono le azioni che fanno la differenza non le canzonette, fino a che il genere umano imparando dalla natura non incomincerà a comportarsi come un super-organismo il rischio di estensione sarà sempre dietro l’angolo.
Meno canzoni meno egoismo, meno cazzate

Il COVID 19 e le case di riposo lombarde

Il Corona virus sta mettendo alla luce uno ad uno tutte le criticità, le inadeguatezze, e i modelli criminali delle case di riposo in Lombardia. Oltre al Pio Albergo Trivulzio noto per avere dato il via alla famosa inchiesta ‘mani pulite’, compare anche il Don Gnocchi con il quale purtroppo ho avuto a che fare per via di mio padre, che dopo un tracollo cognitivo divenne ingestibile a casa, quindi decidemmo diversi anni fa di fare domanda per la più vicina casa di riposo dall’abitazione di mia madre appunto il Don Gnocchi. Durante la sua degenza di circa 2 anni ebbi modo di sperimentare quanto questa RSA avesse come modello il solo fare soldi. Oltre alla retta mensile di più di 2500€ che oltre ad impegnare appieno la pensione di mio padre richiese di erodere anche buona parte dei sui piccoli risparmi.
In quel periodo mi sono accorto di quanto investissero in pubblicità e pubbliche relazioni e di quanto poco investissero nei pazienti.
Mio padre fu trasferito da un reparto specifico per le persone con deficit cognitivi dove poteva essere seguito meglio, ad un altro molto meno organizzato, questo solo perché dopo il primo anno il comune di Milano non avrebbe loro più elargito i 1000€ annuali che erano soliti incassare oltre alla già cospicua retta, inoltre mio padre morì senza che dopo mesi di richieste riuscissi a fargli ottenere un banale poggiatesta per la sedia a rotelle, (mio padre nella condizione che era non poteva certo farsi sentire), spesso quando andavo a trovarlo lo trovavo con la testa riversa all’indietro. In quella struttura prediligevano quelle che io definii: ‘macchinette da soldi’ ovvero quelle persone che venivano a trovarsi in uno stato di morte celebrale e che continuavano a nutrire artificialmente in maniera del tutto inutile visto che si trattava comunque di persone di fatto morte, ma semplici da gestire, non si muovevano, non si allontanavano dal letto, non gridavano, non parlavano e tutti i mesi elargivano soldi alla struttura. Non mi ha stupito sapere che oggi sono indagati, visto il loro comportamento. Questi poi sarebbero ‘cattolici benefattori’, ma manco per il cazzo.

Perchè la lega perde consenso con la pandemia?

Dagli ultimi sondaggi si vede che la lega sta perdendo consensi in questi giorni di pandemia. La mia idea è semplicemente che gli italiani sono leggermente meno idioti di quello che si può immaginare. Si potrebbe fare un parallelo con quelle persone che dicono di curarsi solo con le erbe o con il ‘bicarbonato’ o ancora peggio con l’omeopatia, questo però fino a quando non capita loro qualcosa di veramente serio, si perché le cure alternative vanno benissimo quando si sta già in salute, ma quando la malattia è reale… Quindi da quel momento questi soggetti abbandonano le loro ideologie mediche e puntualmente tornano alla medicina vera., stessa cosa succede con Salvini, molti lo osannano e lo vorrebbero come leader, fino a quando la situazione non richiede veri leader e sopratutto veri professionisti, anche nella politica, ma quando il gioco si fa duro e difficile i dilettanti che hanno un minimo di cervello si fanno da parte, quantomeno lasciano fare ai professionisti, infatti se notate la Meloni si sente veramente molto poco, pensando che se le cose si mettessero troppo male può sempre incolpare il governo, a Salvini non si può attribuire questa lucidità.

COVID_19 comportiamoci come un super organismo!

Spesso i cinesi in passato venivano da noi occidentali definiti come “piccole, laboriose formichine” e probabilmente per fattori culturali e caratteriali (spesso la personalità è fortemente condizionata dal retroterra culturale) i cinesi sono proprio questo, un super organismo o quantomeno si avvicinano molto a quel modello comportamentale.
Un super-organismo, questo sono le formiche, pur avendo corpi separati si comportano come un unico corpo, un corpo dove ogni componente concorre al successo e alla sopravvivenza della colonia intera, se necessario anche sacrificando la su stessa esistenza.
Il feroce individualismo di noi occidentali ancora a mio avviso più marcato negli italiani in particolare, potrebbe portarci se non oggi un giorno all’estinzione. Rimanendo nel mio paese mi sento di dire che ogni italiano si sente migliore degli altri individui, si sente di essere unico, originale e insostituibile, questa stupida illusione potrebbe essere la nostra rovina, per quanto consideri giusto e lecito l’individualismo delle idee, trovo deleterio l’individualismo delle azioni che ha anche un altro nome: “egoismo”.
Vediamo ogni giorno con questa emergenza presidenti di regione fare a modo loro, non accettare le direttive generali e anche quando lo fanno devono in qualche modo differenziarsi, spesso facendo delle enormi cazzate, vedi Fontana con la comica della mascherina ma sopratutto con l’annunciare continuamente provvedimenti di volta in volta più ‘severi rispetto a quelli del governo’ senza per altro dare seguito ai suoi annunci. Noi italiani siamo spesso allergici alle regole, ma in questo caso non possiamo permettercelo, come siamo allergici al senso di collettività, anche questo non possiamo più permettercelo, non con un virus così (scusate il gioco di parole) appunto così fortemente virale. Il COVID non è particolarmente letale ma ha dimostrato una capacità di diffusione enorme, tanto che se avesse la letalità di un Ebola probabilmente causerebbe l’estinzione umana, con un virus così dobbiamo comportarci da super-organismo

La strategia dello spazio vuoto e il corona virus

La strategia dello spazio vuoto è quel comportamento che porta soggetti sconosciuti, con poco seguito e totalmente incompententi ad acquisire posizioni di visibilità in particolari momenti di crisi, come guerre ‘lampo’, attentati ed presunte pandemie. Mi viene da fare questo parallelo: negli anni 80 e 90 e diciamo fino all’entrata in politica di Berlusconi, la maggior parte degli intellettuali, giornalisti, filosofi, opinionisti, ecc. erano tutti di sinistra, si sa che spesso a destra quando si sente la parola cultura: ‘la mano corre alla pistola’. Quindi fare carriera come giornalista, intellettuale, opinionista, ecc. di sinistra voleva dire affrontare una grande concorrenza, ragione per cui con lo sdoganamento di certe idee destrose ad opera del ex nano di Arcore, molti di questi si sono buttati a destra, appuntto uno spazio vuoto molto più facile da riempire. Lo stesso meccanismo a mio avviso sta riproponendosi con il corona virus, i ricercatori seri e sobri, sono la maggioranza e sono anche piuttosto silenti in quanto il tempo lo usano per risolvere il problema, quindi si è creato un grande spazio vuoto per quelli meno seri, tutt’altro che sobri e che non hanno un cazzo da fare, ecco il perchè del proliferare di centinaia di sedicenti esperti virologi spesso mai visti prima passare per tutte le trasmissioni televisive, social, tutti gli ambiti dove sfogare il proprio narcisismo e allarmare più gente possibile, si sa la paura è odiens.

Grazie Emilia Romagna

Grazie Emiliano-romagnoli, per avere posto un argine di intelligenza e pragmatismo all’irrazionale e odioso tsunami salviniano! Grazie per avere scelto il buon governo della regione ed avere cosi evitato un salto nel buio leghista, ma sopratutto l’avere evitato di dare a Salvini altro carburante per la sua propaganda contro il governo e contro tutto quello che altro da lui, altro da razzismo, narcisismo, superficialità, ignoranza, sopratutto assenza totale di contenuti. Grazie di avere evitato almeno per il momento una crisi.


Cari emilianoromagnoli non fate il salto nel buio.

Cari cittadini dell’Emilia-Romagna, con quali contorte motivazioni vorreste e dovreste votare per Borgonzoni visto che è praticamente solo un’immagine strumento di Salvini per fare cadere il governo? Personalmente sono sicuro che se vincesse la destra in una regione dove le cose attualmente vanno molto bene, nel migliore dei casi si farebbero degli enormi balzi indietro e nel peggiore si verificherebbe un forte impoverimento sia economico che umano di una regione che non ha certo bisogno di grossi interventi politici e amministrativi e sopratutto economici, visto che in Emilia-Romagna questi furono implementati anni addietro. La domanda mi sorge spontanea: Perchè cambiare direttore tecnico quando la squadra è già vincente? Perchè farsi del male? Quella parte di popolo bue che esiste anche in Emilia-Romagna (credo e spero in misura minore rispetto ad altre regioni) dovrebbe emanciparsi a popolo pensante con la propria testa, non con quella del cazzaro citofonico. Perchè ancora una volta gli italiani riescono ad essere cosi superficiali e ignoranti da votare per un soggetto sia che sia la parte front-end: Borgonzoni, che la parte Back-end: Salvini che in caso di vittoria comunque verrebbe scisso e si sa bene che un front-end e solo la parte rappresentativa e di immagine ma il motore è il back-end e che senza quest’ultimo tutto implode nel nulla, lasciando solo ai cittadini un’inutile copertina. La sanità Lombarda era la migliore d’Italia prima che arrivassero i paradigmi destrosi, le privatizzazioni, le esternelizzazioni, da cittadino lombardo posso dire che questa filosofia liberista del cazzo ha peggiorato di brutto la sanità Lombarda, pur rimanendo tra le migliori, non è al livello di quella della regione di Bonaccini.

Emilianoromagnoli siate pragmatici non votate per il cazzaro verde non tiratevi la zappa sui piedi please!

Basta parole! Il mondo libero fermi Erdogan

È una vergogna che gli stati ignavi d’Europa e tutti i paesi democratici nel mondo oltre alle vuote parole di condanna all’attacco turco contro i Kurdi non facciano nulla per almeno provare a fermare questo attacco vigliacco contro coloro che al contrario della Turchia hanno veramente combattuto lo stato islamico. Quella merda di Erdogan sembra poter fare tutto quello che vuole, con l’arroganza che lo contraddistingue. Se il presidente degli Stati uniti fosse un vero presidente molto probabilmente avrebbe già fatto decollare i caccia, ma siccome alla casa bianca c’è una specie di pagliaccio misogino, senza nessuna preparazione politica e strategica, non possiamo più contare su “i poliziotti del mondo”, ragione per cui sono le altre democrazie a dovere sbattere i pugni sul tavolo, in primis l’Europa, questo è il momento che l’Europa si prenda le sue responsabilità e provi a mettere alle strette Erdogan. Sono sicuro che i soldi pesino maggiormente delle minacce del dittatore di spedirci i migranti. Forse questo è il nostro turno per fare decollare i caccia, metaforici e non, in caso contrario avremmo sempre più despoti che oltre che opprimere i lori vicini e i loro dissidenti interni, ci saranno sempre più odiosi personaggi senza nessuna competenza politica, ma con la sola ferocia dell’ignoranza.

Non possiamo lasciare i Kurdi da soli dopo oltretutto essere stati decisivi nella lotta contro Daesh, non possiamo lasciare le combattenti Kurde da sole, onore a loro!