Rutelli per favore: DOPO

Nonèpossibile che appena c’è una qualche elezione e un qualche partito o partitino si accorge di avere un qualche voto in più, debba sempre rimettere in discussione il proprio rapporto con i suoi alleati e il peso del suo partito all’interno della coalizione
Come ho precedentemente scritto io penso che il centro-sinistra abbia una enorme responsabilità. Non si tratta più di vincere le elezioni, perchè si pensa di potere governare questo paese meglio della destra , si tratta di vincere a tutti i costi per sottrarre il paese dalle grinfie di un governo inadeguato, incapace, con atteggiamenti arroganti e una tendenza innata alla autarchia populista.
Chiss� se Rutelli si rende conto della posta in gioco, chiss� se lui ed anche qualche altro riusciranno a mettere da parte il loro egocentrismo, la loro mania di protagonismo e facciano quello che il loro elettorato gli chiede a gran voce, ovvero battere Berlusconi e i suoi bravi ad ogni costo, poco importa a me come a la maggior parte degli elettori di sinistra, delle identità di partito, specie in questo momento.
Vorremmo che si chiudesse in maniera definitiva (e questo può accadere solo con una strabatosta elettorale) l’epoca Berlusconi. Dopodich� tuttoèpossibile, tutto e possibile una volta tornati alla politica vera, quella sobria, quella basata sulla dialettica, sul dialogo, dove non esistono i super premier, dove non ci sono più padroni ma datori di lavoro, a quel punto ogni partito, corrente, coalizione, ecc.. potrò rivendicare la propria identità storico politica, il proprio retroterra culturale. Anche Rutelli potrò farsi tutte le seghe mentali che vorrò potrò contarsi e ricontarsi, il puntoèDOPO.
Chiss� se Rutelli si rende conto che ogni volta che anche solo si prospettano divisioni (senza nemmeno attuarle concretamente) sono voti che sfumano sono elettori che tornano a pensare: �ecco sono tutti uguali destra o sinistra pensano solo a loro stessiù.
Chiss� se Rutelli ha capito che ora c’è il maggioritario, non più il proporzionale, che significa che le identità di partito se ne vanno a farsi fottere. Ormai esiste una destra ed una sinistra sarò poco maèquello che abbiamo ora, se vinciamo queste elezioni si può pensare anche di ritornare al proporzionale (per me più adatto agli italiani e sopratutto ai politici italiani) ma per favore Rutelli ora pensiamo a evitare altri quattro anni di Berlusconi, impegnamoci ad evitare la catastrofe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.